Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

10

dic
2012

In Le mie pubblicazioni

Green Economy: nasce la prima banca di investimenti al mondo

On 10, dic 2012 | No Comments | In Le mie pubblicazioni | By aldo

La Prima banca al mondo di investimenti ecologici è stata presentata ufficialmente a Edimburgo la scorsa settimana e si concentrerà su settori prioritari come i rifiuti e le bioenergie. Si tratta di una Banca a capitale pubblico controllata dal Ministero delle attività produttive del Regno Unito, con una dotazione iniziale di 3 miliardi di sterline  (circa 3,7 miliardi di Euro).

La UK Green Investment Bank ha già iniziato ad investire nel settore dei rifiuti, e il suo lancio è stato annunciato da Greensphere Capital (una delle più importanti società di fondi di investimento nel settore della green economy), che ha stanziato fondi per la costruzione di un impianto da 5,1 megawatt da digestione anaerobica nella Contea di Teesside, nel nord est della Gran Bretagna.
Parlando a Edimburgo il Ministro dello Sviluppo Economico Vince Cable ha sottolineato l’importanza dell’investimento della banca di 8.000.000 di sterline per questo impianto che attirerà un altrettanto corposo finanziamento dal settore privato tramite Greensphere Capital.
La costruzione dell’impianto di digestione anaerobica nello stabilimento di Teesside è il primo di sei previsti nei prossimi cinque anni ed è parte di un programma più vasto da 80.000.000 sterline di investimenti previsti dalla UK Green Investment Bank in progetti di piccola taglia relativi ai rifiuti.
Oltre a rifiuti e bioenergia è stato identificato come un settore prioritario per la banca il settore dell’eolico offshore, l’efficienza energetica e il supporto per il “Green Deal” britannico.
In termini di rifiuti, Adrian Judge (Nella foto), direttore esecutivo della banca, ha detto che il suo istituto potrebbe contribuire a ridurre la dipendenza del Regno Unito dalle discariche e aumentare la dotazione delle migliori tecnologie disponibili attraverso gli investimenti nelle infrastrutture, per rispettare la gerarchia dei rifiuti imposta dalla direttiva europea.

In particolare la UK Green Investment Bank stima che nei prossimi anni più di  6 miliardi di sterline saranno necessari per il  finanziamento del settore dei rifiuti, alcuni dei quali saranno messi a disposizione dalla Banca per quei progetti che risponderanno ad una serie di criteri, tra cui la competitività, le forniture di materie prime e le imprese coinvolte.

La Banca tiene a precisare che non ha nessun interesse ad essere vista come opzione di finanziamento “ultima risorsa” e che invece lavorerà esclusivamente per garantire il ritorno sui propri investimenti.

Ma oltre la banca pubblica anche i privati stanno dimostrando interesse verso il recupero energetico da rifiuti. Greensphere Capital  prevede di investire un totale di  100 milioni nei prossimi cinque anni, nel tentativo di creare un sistema di Digestione Anaerobica nel Regno Unito che sarà composto di ulteriori cinque impianti (oltre a quello di Teesside), che, una volta operativi, processeranno oltre 550.000 tonnellate di rifiuti, generando più di 30 megawatt di elettricità.

Aldo Ferretti

http://www.greenreport.it/_archivio2011/index.php?page=default&id=19339&lang=it

<< indietro