Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

05

feb
2013

In Le mie pubblicazioni

Il Governo francese usa il web per discutere la transizione energetica

On 05, feb 2013 | No Comments | In Le mie pubblicazioni | By aldo

Lanciato lo scorso novembre, il dibattito nazionale sulla transizione energetica “accessibile a tutti” prosegue la sua corsa, e il Ministero dell’Ecologia francese ha lanciato questo lunedi, 4 febbraio,  un sito web dedicato e disponibile  sul tema: www.transition-energetique.gouv.fr

Fino a luglio 2013, vi sarà la possibilità per un grande dibattito “aperto e tenuto in tutta la Francia”, il cui obiettivo è quello di “coinvolgere il paese nella transizione energetica”, dice il Ministero della Ecologia nel lancio di questo sito. La mobilitazione porterà alla presentazione di un disegno di legge sulla programmazione energetica previsto per l’autunno. Lo slogan dell’iniziativa è “Informatevi online e partecipare al dibattito!”

Il portale web è suddiviso in quattro sezioni principali, una delle quali è dedicata a fornire le informazioni al “dibattito chiave” attraverso materiali di documentazione e per rispondere alle domande: «Cos’ è la transizione energetica?  Perché la Francia si lancia in un nuovo modello di sviluppo? Qual è lo stato di consumo e produzione di energia nel paese?  Come sviluppare le energie rinnovabili?» e così via.

Le altre tre sezioni sono dedicate all’organizzazione del dibattito (tappe e scadenze, argomenti trattati e le composizioni delle varie istanze) e alle news. Uno spazio è dedicato alla partecipazione del pubblico a livello locale-territoriale,  alle riunioni e altri eventi.

Oltre al sito web, un comitato dei cittadini sarà insediato a metà febbraio per garantire che tutti gli elementi della discussione del dibattito siano leggibili e accessibili al pubblico attraverso la consultazione di un panel. Al fine di garantire che il dibattito non rimanga a un livello troppo tecnico e quindi  riservato solo agli addetti ai lavori, il  comitato di cittadini sarà organizzato per rappresentare il contesto socio-culturale e geografico francese.

L’obiettivo del dibattito è ben definito e si rifà alle promesse di Hollande (Nella foto) nella sua campagna elettorale presidenziale: rendere la Francia la nazione dell’eccellenza ambientale.

Aldo Ferretti

http://www.greenreport.it/_archivio2011/index.php?page=default&id=20239&lang=it

<< indietro